denti del giudizio

Qual è la funzione del dente del giudizio

  • 3.1/5
  • 85 ratings
85 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
21.2% 22.4% 10.6% 21.2% 24.7%

Per denti del giudizio si intendono i quattro denti molari, che con maggiore precisione s’identificano in: terzo molare destro e sinistro inferiori; e terzo molare destro e sinistro superiori. I denti molari del giudizio sono posizionati nell’arcata dentale più interna della bocca, essi sono anche chiamati ottavi.

 

 

Perché sono chiamati denti del giudizio

 

Il motivo per cui questi molari sono chiamati denti del giudizio sta nel fatto che essi compaiono tra il 17° e il 25° anno di età dell’uomo, anni considerati quelli in cui ogni individuo raggiunge una certa maturità, superando la fase dell’infanzia e dell’adolescenza, acquista maggior giudizio appunto.

Una caratteristica della crescita dei denti del giudizio è quella di comparire in numero anche maggiore a quattro, in questo caso si parla di iperdentia; oppure in numero minore a quattro, si parla allora di ipodontia.

I denti del giudizio possono anche non spuntare mai, in questi casi essi rimangono totalmente coperti dalla gengiva soprastante, oppure possono crescere, ma comparire solo in parte.

 

 

A cosa servono denti del giudizio

 

E’ appurato che ai fini della masticazione essi non abbiano alcuna necessaria funzione, è palese che, anche a livello estetico, la loro presenza o meno sia irrilevante. In realtà la loro presenza è collegata all’evoluzione umana, perché essi consistono in una componente di tipo ereditario che proviene addirittura dall’antico Homo Sapiens. L’uomo preistorico, infatti, aveva una dieta di tipo primitivo, mangiava quindi alimenti molto duri e spesso crudi, per tutte queste ragioni esso, per sopravvivere, aveva bisogno di una dentatura forte e adatta a resistere ad una masticazione messa costantemente a dura prova.

Oggi i denti del giudizio hanno perso questa utilità, perché l’uomo moderno si alimenta con un cibo morbido e raffinato, rispetto agli ominidi del passato. Le nostre mascelle non devono sopportare masticazioni vigorose, infatti, rispetto alle mascelle dell’Homo Sapiens, hanno dimensioni più ridotte, e spesso non hanno neanche lo spazio sufficiente perché i denti del giudizio possano crescere e trovare la loro giusta collocazione.

Per tutti questi motivi, spesso, lo spuntare dei denti del giudizio crea non pochi problemi dolorosi, anche gravi.

 

 

I problemi relativi ai denti del giudizio

 

Come abbiamo visto, non sempre la crescita di questi molari è completa e priva di problemi. Essi possono non crescere del tutto o solo in parte per diverse cause:

  • non vi è spazio sufficiente, e ciò è dovuto alla particolare conformazione della mandibola o della mascella;
  • il dente ha un orientamento di crescita completamente sbagliato, in questo caso può provocare danni agli altri denti, spingendoli verso una direzione o un’altra.

La pressione che i denti del giudizio fanno sugli altri denti, crescendo in maniera spostata rispetto al loro asse, può causare tutta una serie di patologie dentali quali: ascessi, carie, cisti, formazione di tasche gengivali, gengiviti e conseguente alitosi, pericoroniti (infiammazioni del tessuto gengivale posto intorno alla corone del dente, con presenza di materia purulenta, nei casi più gravi). I denti del giudizio possono quindi dare sintomi davvero invalidanti, se hanno tutti i problemi sopra esposti.

Il dolore, riportato dai pazienti, in caso di infiammazioni continue alle gengive e compromissione dei denti circostanti, che messi sotto pressione dai denti del giudizio iniziano a spostarsi anch’essi dalla loro posizione originaria, è spesso insopportabile e lancinante.

 

 

Cosa fare per rimediare ai problemi dei denti del giudizio

 

Ogniqualvolta un molare, detto dente del giudizio, non cresca in maniera sana ed allineata rispetto al suo orientamento, è bene rivolgersi subito al medico odontoiatra di fiducia, prima che la situazione possa peggiorare o degenerare del tutto, arrecando non solo dolore ma danni, anche gravi, agli altri denti e all’arcata dentale nel suo complesso.

I denti del giudizio, in presenza di problemi gravi vengono solitamente estratti, solo così si può risolvere totalmente il problema. Qualche volta, soprattutto in caso di carie lievi del dente del giudizio, il dentista può tentare di salvare il molare, diversamente si procede all’estrazione definitiva.

La principali cause che richiedono l’estrazione del dente del giudizio sono:

  • sono colpiti da carie gravi ed avanzate o pulpiti (profonde infiammazioni della polpa dentale), la devitalizzazione e l’otturazione sono sconsigliate rispetto all’estrazione, che si rende assolutamente necessaria in questi casi;
  • i denti del giudizio crescono con danni provocati da cisti, ascessi, granulomi dentali;
  • crescono in maniera errata e scorretta, non si allineano bene ed in armonia con gli altri denti;
  • crescendo non si sviluppano completamente causando, di continuo, mal di denti ricorrenti ed intensi, accumulo di batteri in bocca che provoca gengiviti;
  • non fuoriescono totalmente dalla gengiva e in questo modo attentano alla salute di tutti gli altri denti, soprattutto di quelli più vicini;
  • non fuoriescono del tutto e sono coperti dal tessuto gengivale, in questo caso portano il rischio di cisti;
  • crescono in sovrannumero;
  • spuntano già rotti o scheggiati, questo fatto li rende più vulnerabili alla contaminazione ad opera dei batteri e quindi alle carie ed agli ascessi.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi