bruxismo

Bruxismo: quello strano dolore alla mandibola…

  • 3/5
  • 1 rating
1 ratingX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 100% 0% 0%

 

 

Se al mattino ti svegli spesso con un insolito indolenzimento alla mandibola o se, chi divide il letto con te, ti segnala che tendi a digrignare i denti nel sonno, potresti facilmente soffrire di bruxismo. Per togliersi il dubbio ed evitare di andare incontro a un peggioramento della situazione, che potrebbe portare a una serie di disturbi piuttosto invalidanti. Pertanto è senza dubbio consigliabile rivolgersi per tempo a un odontoiatra professionista.

Se durante la visita il dentista noterà un’usura dei denti che, progressivamente, tende a distruggere lo smalto dentale e a rendere il dente attaccabile dalle carie, la diagnosi di bruxismo può essere facilmente confermata.

 

 

 

Tante le cause in gioco

 

Le cause del bruxismo sono diverse e andare alla radice del problema è naturalmente il primo passo  per risolverlo in modo definitivo. In alcuni casi esiste una predisposizione familiare e una breve indagine in merito fra i tuoi cari potrebbe accreditare questa versione.

Molto, però, è dovuto a prolungati stati di stress che, accumulati, sfociano in aggressività repressa e momenti di irritabilità. Se ti trovi in una condizione di labilità emotiva tieni presente che anche gli antidepressivi o altri farmaci possono favorire il bruxismo nel sonno, così come le apnee notturne. In ultimo il dentista valuterà anche se sono presenti mal occlusioni dentali o malformazioni della mandibola.

 

 

 

Cosa fare

 

Inutile dire che una volta individuata la causa del digrignare i denti occorre mirare la cura alla sua eliminazione. Nella maggioranza dei casi, però, il dentista ti consiglierà l’uso del bite.

Esso è una sorta di protezione dentale in resina molto simile a quella utilizzata da pugili. Questo morso, che deve essere personalizzato dallo specialista in ortodonzia sulla tua conformazione boccale ( evita quindi quelli già pronti e decisamente dannosi), impedisce che i denti superiori e quelli inferiori entrino in contatto fra loro, usurandosi. Va indossato di notte e non causa alcun fastidio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi